domenica 22 febbraio 2009

Gnocchetti di patate e basilico con speck croccante e salvia

Oggi volevo preparare qualcosa di speciale, saporito e morbido...avevo voglia di gnocchi!!
Da un po' di tempo volevo provare ad aggiungere del basilico tritato all'impasto degli gnocchi di patate e oggi mi sono decisa, risultato molto colorato e profumato! Il basilico rende questi gnocchi più saporiti e molto delicati, per questo non ho voluto condirli con un sugo rosso, ma con dello speck tagliato sottile e saltato in padella con una noce di burro e salvia. Provateli, sono davvero buoni, un primo colorato e molto profumato e gustoso.

Ingredienti per 4 persone:

1 kg di patate
1 uovo
300 gr di farina 00
50 gr di basilico fresco
sale
1 hg di speck affettato sottile
50 gr di burro
8 foglioline di salvia

Cuocete le patate senza pelarle in acqua salata. Sbucciatele ancora calde e passatele allo schiacciapatate. Disponetele sul piano di lavoro ben infarinato. Aggiungete un pizzico di sale, la farina e impastate il tutto fino ad ottenere un composto compatto e soffice. Lavate ed asciugate il basilico, tritatelo molto finemente ed aggiungetelo all'impasto insieme all'uovo.
Lavorate fino ad ottenere un impasto omogeneo e dividetelo in tanti filoni dello spessore di 2-3 centimetri e iniziate a tagliare i gnocchi. Io ho fatto dei gnocchetti abbastanza piccoli, se volete potete tagliarli più grossi e rigarli con il rigagnocchi o utilizzando una forchetta. Lasciateli riposare una decina di minuti su un piano infarinato e cuoceteli in acqua bollente salata. Quando i gnocchi vengono a galla sono pronti per essere scolati. Conditeli con lo speck che avrete precedentemente saltato in padella col burro e la salvia. Serviteli subito ben caldi.

19 commenti:

ღ Sara ღ ha detto...

che meraviglia questi gnocchetti Vale!!!! anche il condimento...straslurposo!!!! un bacione!

Gaijina ha detto...

è vero i colori sono importanti e guardare questo piatto oltre a pensare che sia buonissimo mi fa venire anche in mente la primavera e il risveglio della natura!!! oddio scusa sembro molto poetica ma qui oggi è il primo giorno di vero sole CALDO, e quindi sento il richiamo della primavera un po' ovunque, anche solo il pensiero del basilicoooooooooo!!! bravissima!!!

blunotte ha detto...

ma che begli gnocchetti, un ottimo piatto unico!

Romy ha detto...

Che profumo! ma...da dove viene? Ah....ecco la fonte di questo effluvio di basilico! Come vorrei assaggiarli! Basta...ho deciso: domani li faccio pure io! Bacioni :-D

Castagna e Albicocca ha detto...

Come sempre fai degli accostamenti coloratissimi! mi piace molto quetsta ricetta e anche la foto...la bambina dello sfondo mi ricorda di quando ero piccola, avevo anche io quei poster in camera! BACIUS

Castagna

Carolina ha detto...

Ci credo che devono essere buonissimi! Hanno un aspetto favoloso. Mi piace molto l'abbinamento di questi ingredienti e poi lo speck croccante deve essere eccezionale...
Buona serata!

Le Vinagre ha detto...

che buoni..poi sentire il contrasto tra la morbidezza degli gnocchetti e la croccantezza dello speck...
gnam gnam!!
bravissima!!!

Mirtilla ha detto...

buonissimi!!!
ed e'un piatto davvero molto colorato ;)

manu e silvia ha detto...

buoni e colorati questi gnocchetti!! un piatto molto invitante!
bacioni

Funghetto golosone ha detto...

Favolosi ... ottima l'idea del basilico nell'impasto, grande davvero!!!
Ciao

Chiara ha detto...

deliziosi gnocchi al basilico!!
nn ci avevo mai pensato!!
complimenti!!!

Claudia ha detto...

Buonissimi!!!!!! complimenti .-)))))

pinky80 ha detto...

che buoni!complimenti, poi io adoro lo speck

v@le ha detto...

che bontàààààààà....

Carlotta, mmh... ciambelle ha detto...

anche io ho provato gli gnocchi di patate questo weekend...
bisogna che provi i tuoi perchè mi sembrano molto aromatici!!
devo dire che oltre al poco sale come al solito, aggiungerò un poco di farina in più (io avevo usato 250 gr) perchè alla fine la massa era troppo appiccicaticcia
ma forse ho anche sbagliato a non dividerla subito nei cordoni, ma lo facevo man mano... inutile dire che gli ultimi erano diventati giganteschi... mpfff (sbuffo)

Lucia ha detto...

ok, ora non vedo l'ora di provarli!!! :) bellissimo questo blog e vista la mia recente scarsa fantasia in cucina verrò a trovarti spesso! complimenti ;)

Gunther ha detto...

è una gran bella ricetta mi piace molto lo speck croccante da un bel gusto e colore al piatto

unika ha detto...

che buona questa ricetta
Annamaria

gioegio ha detto...

Il problema di alcune patate, comunque, è quello di avere troppa acqua nella loro consistenza; di conseguenza quando si impastano non legano uniformemente con la farina, ma creano i cosiddetti "grumi", sicchè la preparazione diviene un po’ più dura. Le patate rosse calabresi della Sila , invece, hanno poca acqua sia per il fatto che viene coltivata ad un'altezza di 1000 m e più (patata di alta montagna), sia per la particolarità dello specifico tubero; quando la si impasta con la farina si lega perfettamente con essa senza formare grumi. Avrete così una consistenza di farina e patata in ugual misura, così da aver il vero gnocco di patate. Considerazioni analoghe possono farsi nelle preparazioni di gateau, purè, ed altri sfornati.
E che dire se la patata rossa poi la si sperimenta come patata fritta?? Ammesso sempre che riusciate a mangiarla prima dei vostri figli.
Giorgio Candia
www.saporidellasibaritide.it